Come fare efficienza energetica con gli UPS nei sistemi IoT

L’efficienza energetica trova nell’Internet of Things un alleato e negli UPS strumenti ideali. Lo conferma l’esperienza di Riello UPS

fare efficienza energetica con gli UPS

Parlare di Internet of Things significa concepire un mondo sempre più interconnesso dove soluzioni tecnologiche possono raccogliere dati, permettendo poi la loro trasmissione e la successiva loro decrittazione per trasformarli in informazioni utili a fornire servizi mirati a beneficio di persone, aziende, città. Quando si parla di IoT, infatti, si aprono possibilità per lo sviluppo delle smart city, ad esempio, ma anche per l’Industria 4.0. Tutto questo però si deve conciliare con la necessità di gestire al meglio l’energia, consumando meno e meglio. In pratica, mettere in atto l’efficienza energetica attraverso azioni di energy management, un tema che sarà analizzato e sviluppato a Illuminotronica, in un talk show dedicato (giovedì 29 novembre alle 10), moderato da Alessia Varalda.

Tra i protagonisti ci sarà Maurizio Tortone, product manager Riello UPS, che spiegherà quale sia il ruolo degli UPS (Uninterruptible Power Supply), ovvero dei gruppi statici di continuità in tema di efficientamento energetico nei sistemi IoT.
Con lui approfondiamo questo intervento e alcuni concetti alla base del valore delle soluzioni dedicate a questo aspetto.

Maurizio Tortone_Riello UPSIn che contesto IoT assume un valore strategico una soluzione quale Riello UPS?

Hardware, software e reti saranno sempre più compenetrati. Lo dimostrano già oggi “l’internet delle cose”, i sistemi di telemetria e l’insieme delle Smart Technologies: non esistono più sistemi isolati, tutto è interconnesso.

Un prodotto come l’UPS, che si occupa di assicurare la continuità e la qualità dell’alimentazione elettrica a dispositivi sensibili e critici, oggi deve poter dialogare con i sistemi circondanti, deve fornire informazioni e ricevere comandi da remoto, deve gestire in maniera flessibile ed intelligente i suoi servizi in base alle esigenze puntuali, deve fare autodiagnostica

La visione innovativa dell’Internet delle cose, che Riello UPS condivide e attua ogni giorno, attribuisce a ogni dispositivo, tra cui anche gli UPS, la capacità di trasformarsi da soggetto passivo agente solo in caso di emergenza a soggetto attivo dell’efficienza, capace di interfacciarsi con gli altri dispositivi attraverso una rete di connessioni, di scambiare energia in modo intelligente, di essere parte di più ampie strategie capaci di perseguire sempre la massima efficienza.
(Potrete vedere un esempio di UPS Riello interconnesso nell’area Control Room organizzata a Illuminotronica)

Così Riello UPS ha implementato nei nuovi UPS la funzionalità di trasporto bidirezionale dell’energia, la capacità di stoccare enormi quantità di energia prodotta a costi inferiori e magari da fonti rinnovabili, di interfacciarsi con le reti di scambio di informazioni, con sistemi di gestione centralizzata, con le nuove smart grid, di inserirsi in sistemi di integrazione di diverse fonti di energia, di scalare la propria potenza in modo modulare e di essere telecontrollati H24.

Smart Grid (convergenza tra reti elettriche e reti di telecomunicazioni), efficienza (riduzione dei costi di gestione), sostenibilità (fattore trainante di ogni settore economico), resilienza (caratteristica imprescindibile dei sistemi energetici per resistere a ogni problema o evento) e soprattutto sicurezza, che nel nostro caso si declina in qualità e continuità del servizio: sono questi i cinque pilastri della strategia di Riello UPS che non a caso è stata la prima azienda al mondo a introdurre sul mercato gli UPS Smart Grid Ready, che integrano soluzioni standard a scenari di accumulo e generazione energetica distribuita, e i SuperCaps UPS, cioè Uninterruptible Power Supply che usano tecnologie green con i super condensatori al posto delle tradizionali batterie al piombo.

Come è possibile conciliare innovazione tecnologica e risparmio energetico, specie parlando di smart lighting?

Innovazione e tecnologia sono già convergenti, specie nella lotta per la riduzione dei costi operativi e nella ricerca della massima efficienza.

La riduzione dei consumi è una realtà con cui tutte le imprese e industrie devono confrontarsi quotidianamente. L’adozione di soluzioni tecnologicamente moderne consente di percorrere questa strada con una riduzione del 15-20% annuo sul costo della bolletta elettrica, assicurando un ROI (Return Of Investment) in tempi brevi e un importante risparmio negli anni.

In questo contesto diventa importante il ruolo degli UPS dotati di modalità di funzionamento appropriate, come l’Energy Saving, che permettono una ottimizzazione dell’efficienza. In questa specifica funzionalità è l’UPS a decidere il funzionamento in ON-LINE o in ECO-mode con rendimento del 99% in base a statistiche sulla qualità della rete di alimentazione. Nei sistemi in parallelo, la funzione Efficiency Control System (ECS) consente all’UPS di passare da ON e OFF automaticamente per ridurre l’energia dissipata totale del sistema garantendo l’alimentazione del carico e la ridondanza.

UPS e IoT come potranno aiutare la gestione e lo sviluppo delle smart city?

La società contemporanea è energivora. Senza energia nelle case, nelle imprese, nei data center, tutto si fermerebbe. Energia e potenza, come capacità di calcolo e capacità di effettuare un lavoro, sono grandezze inversamente proporzionali. Opposti che, però, cessano di essere tali se si cambia punto di vista o, se preferisce, modello.

Occorre un modo nuovo di pensare all’energia, alla potenza, alla sostenibilità, all’efficienza, sfruttando ogni elemento a disposizione non per un solo scopo ma traendone tutto ciò che esso può dare. Così gli UPS, se oltre a fungere da gruppo di continuità servono anche da storage energetico per le smart grid – le reti elettriche del futuro – assumono un ruolo diverso pur restando concettualmente identici a se stessi

I gruppi di continuità Riello UPS sono pronti per svolgere un ruolo determinate e strategico per assicurare la continuità elettrica e garantire la massima interconnessione digitale, perché caratterizzati da piattaforme smart che permettono di integrare, gestire e analizzare i flussi energetici dei processi produttivi per essere utilizzati al meglio da tutti i componenti della catena del valore; una vera e propria smart grid dei processi smart city.

Il valore del dato assume un’importanza sempre crescente: soluzioni quali quelle di Riello UPS come possono tutelarlo?

Riello-UPSLa protezione dei dati, siano essi conservati in un grande datacenter o in un normale personal computer, è indispensabile e attraverso i gruppi statici di continuità si garantisce la continuità dell’alimentazione elettrica dei dispositivi che conservano e trattano i dati, e se ne prevengono i danneggiamenti causati da anomalie di tensione e frequenza.

La semplice fornitura di energia elettrica non è infatti sufficiente a garantire la continuità dell’operatività di un qualunque dispositivo che, se non correttamente protetto con sistemi UPS, è soggetta a interruzioni operative dovute a cali di tensione, a inefficienze di vario tipo, o peggio ancora black out, che possono portare a perdite di dati e informazioni, con conseguenze economiche che diventano gravissime nel caso di grandi complessi come un datacenter.

In particolare gli UPS (gruppi di continuità) sono dispositivi che gestiscono l’energia elettrica: la accumulano, la conservano e la erogano al bisogno, in modo controllato e sicuro. Sono fondamentali nelle applicazioni critiche, a cui assicurano:

  • qualità dell’alimentazione (forma d’onda perfettamente sinusoidale e pulita)
  • continuità di servizio (il carico non si ferma in caso di blackout)
  • flessibilità (erogano l’energia che serve, quando serve).

Per il funzionamento di ogni impianto, un flusso di energia elettrica di qualità è essenziale. Purtroppo tale flusso è soggetto a molti tipi di disturbi, tra cui variazioni di tensione, distorsioni della forma dell’onda, interruzioni, variazioni di frequenza. Nei datacenter, in particolare, queste impurità, assieme ai black out, sono particolarmente pericolose in quanto responsabili di gran parte dei disservizi, con conseguenze gravissime (perdita di dati, guasti, interruzione dei servizi, maggiori costi energetici). La soluzione sta nell’adozione di UPS come quelli Riello UPS, capaci di assicurare un’erogazione di energia continua, pulita, perfettamente sinusoidale.

Illuminotronica 2018Sul tema dell’energy management e su come l’IoT possa fornire strumenti e opportunità per fare efficienza energetica l’appuntamento è quindi al prossimo Illuminotronica (BolognaFiere, 29/30 novembre – 1 dicembre).

Andrea Ballocchi
Informazioni su Andrea Ballocchi 93 Articoli
Giornalista freelance, si occupa da anni di tematiche legate alle energie rinnovabili ed efficienza energetica, edilizia e in generale a tutto quanto è legato al concetto di sostenibilità. Appassionato praticante di ciclismo, è autore del libro “Una vita da gregario” (La Memoria del Mondo editrice, prefazione di Vincenzo Nibali) e di un manuale “manutenzione della bicicletta”, edito da Giunti/Demetra.