Colonnine di ricarica, benzinai dell’auto elettrica

Una mobilità elettrica fatta di soluzioni smart, efficienti e aperte: focus sulle colonnine di ricarica elettrica in mostra a That’s Mobility 2018

colonnine di ricarica Keba

Il futuro della mobilità sostenibile si gioca in gran parte sull’infrastruttura, che richiede colonnine di ricarica elettrica affidabili e servizi smart.

Affrontare strategicamente un mercato automotive globale più che orientato alla rapida evoluzione dell’e-mobility, significa infatti predisporre un efficace sistema di stazioni di ricarica dei veicoli elettrici, concretamente vicino alle esigenze – e soprattutto alle reticenze – dei consumatori.

colonnine di ricarica Fimer
Hyperfast, la nuova serie di colonnine di ricarica ultra-rapida in corrente continua fino a 350 kW proposta da Fimer

Consci del fatto che le infrastrutture erogatrici di “benzina elettrica” in Italia non siano ancora all’altezza di questa rivoluzione green, buone notizie vengono dall’ultimo eMobility Report, presentato dall’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano alla platea di That’s Mobility, che testimonia il moltiplicarsi di iniziative private e pubbliche in tal senso, con 750 installazioni di punti di ricarica nel solo 2017.

La direzione, insomma, sembra essere quella giusta, e le innovazioni tecnologiche per l’alimentazione dei veicoli elettrici svelate a That’s Mobility, accompagnate da sistemi di gestione intelligenti ed evoluti, rappresentano il primo e concreto passo verso una mobilità elettrica senza confini. Un traguardo fatto di tecnologia, di investimenti, ma soprattutto di sensibilizzazione “culturale” su questo nuovo modo di pensare il rifornimento della propria auto, ugualmente efficace ma nettamente più sostenibile ed economico.

L’Italia guadagna terreno nella sfida infrastrutturale della mobilità elettrica aumentando l’installazione di colonnine di ricarica

Wallbox alleati della casa connessa

Il nostro viaggio tra i “benzinai” dell’auto elettrica inizia con la terza generazione di stazioni di ricarica KeContact P30 di Keba, wallbox dalle diverse varianti adatto ad alimentare tutti i veicoli elettrici e i plug-in ibridi, in contesti applicativi privati e pubblici a livello globale (foto di apertura dell’articolo). L’integrazione con smart home, sistemi back-end, impianti fotovoltaici e sistemi di contabilizzazione, rende infatti la famiglia di colonnine di ricarica Keba, con i suoi quattro modelli, fulcro della futura smart mobility.

Quando l’innovazione tecnologica incontra il design nasce invece Areolith, anteprima tutta italiana di Scame, in uscita a dicembre 2018. Il nuovo wallbox in tecnopolimero resistente halogen free, dotato di power management system, è ideale per l’installazione in eleganti contesti domestici e condominiali. La soluzione andrà ad arricchire la linea Wallbox Smart di Scame che consente, sempre grazie alla gestione intelligente dei carichi, di modulare la corrente destinata alla ricarica dell’auto elettrica in base al consumo istantaneo della casa connessa e dei suoi componenti smart.

colonnine di ricarica ingeteam rapido
Ingerev Rapid 50, la colonnina di ricarica rapida multi-standard di Ingeteam

Basta range anxiety con le colonnine di ricarica rapida

Paura di rimanere “appiedati” a lungo? Le tecnologie presentate a That’s Mobility pensano anche a questo con Ingerev Rapid 50, la colonnina di ricarica rapida multi-standard di Ingeteam compatibile con tutti i veicoli elettrici CHAdeMO, CCS e modo 3 Tipo 2 AC attualmente sul mercato.

In base allo standard di ricarica richiesto, sono disponibili tre modelli Trio, Duo e One, mentre gli avanzati strumenti di comunicazione locale e in remoto via Ethernet, 3G e Wi-Fi favoriscono l’interoperabilità delle stazioni con diverse tipologie di comandi in remoto, piattaforme di pagamento e reti di ricarica, utilizzando diverse versioni OCPP (personalizzate e standard).

Alla riduzione dei tempi di stop del veicolo pensa anche Hyperfast, nuova serie di colonnine di ricarica ultra-rapida in corrente continua fino a 350 kW proposta da Fimer, in grado di fornire al mezzo elettrico un’autonomia di oltre 200 km in meno di 10 minuti. Conformi alle normative CEI, EN, IEC e ISO di riferimento, le proposte multi-standard (CCS2 e CHAdeMO) Hyperfast presentano un design moderno e flessibile per ogni tipo di installazione privata o pubblica.

Comfort e servizi integrati nella mobilità sostenibile

Colonnina all-in-one di Alfazero, Fillgreen AI-S permette di offrire servizi integrati di ricarica elettrica, gestione pagamenti e gestione utente, grazie a un’interfaccia interattiva di facile utilizzo. La proposta dell’azienda toscana per la ricarica simultanea di due veicoli in corrente alternata si sviluppa su tre lati: due dedicati alla ricarica, ciascuno dotato di una presa e un display per il controllo delle fasi di ricarica, e il terzo con interfaccia per il pagamento e touch screen per accedere ai servizi di e-mobility e ad altre informazioni di pubblica utilità.

colonnina di ricarica GrovattChiude la nostra rassegna sulle colonnine di ricarica elettrica la serie EVA di Growatt, novità 2018 per applicazioni residenziali e commerciali composta da modelli monofase da 3,6 kW e 7,2 kW e trifase da 11 kW, 22 kW e 44 kW, con possibilità di singola e doppia presa.

La disponibilità di prese antivandalo e il supporto RFID per i pagamenti rendono le soluzioni ideali per l’installazione a muro o a palo in aree pubbliche. Growatt unisce alle colonnine un’app per la gestione dei servizi, che consente agli utenti di pianificare anche in tempo reale i tragitti senza rinunciare a ricariche rapide e ottimizzate.

 

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 140 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.