Edf e Nissan insieme per lo sviluppo della mobilità elettrica

I due colossi hanno siglato un accordo di cooperazione per lo sviluppo di soluzioni di ricarica smart che troveranno applicazione in Francia, Italia, Regno Unito e Belgio

Edf e Nissan per sviluppo mobilita elettrica

Edf e Nissan sono aziende di sicura notorietà presso il grande pubblico, il primo un gigante elettrico con base in Francia ed estensioni planetarie, la seconda una grande casa automobilistica giapponese che però vanta una storica ed estesa presenza pure nel nostro continente. Con queste premesse ha catturato subito l’attenzione l’accordo di cooperazione da poco annunciato per accelerare l’adozione della mobilità elettrica in Francia, Italia, Regno Unito e Belgio ricorrendo a innovative soluzioni di ricarica.

L’intesa raggiunta dal gruppo Edf e Nissan mira a rendere sempre più smart la ricarica delle auto con propulsione elettrica implementando le tecnologie che ottimizzano i processi di carica e scarica dei veicoli in modo efficiente e economicamente vantaggioso. In particolare, la ricarica smart identificata con l’acronimo V2G (vehicle to grid) si basa su tecnologie in grado di controllare quando i veicoli sono in carica e in quanto tempo si ricaricano completamente, permettendo di avere un flusso di elettricità a due vie tra auto e colonnina.

I benefici legati all’adozione delle tecnologie di ricarica V2G

Grazie alle tecnologie V2G, l’energia accumulata nelle batterie dei veicoli elettrici può così essere utilizzata per rispondere ai bisogni energetici della rete piuttosto che della propria azienda, una potenzialità che assumerà sempre più importanza con l’aumentare del numero di veicoli elettrici sulle strade, aiutando a bilanciare la produzione intermittente che caratterizza le fonti rinnovabili. Inoltre, grazie al V2G l’energia accumulata in un veicolo elettrico può essere rivenduta alla rete dal consumatore, generando un introito che aiuta a coprire i costi di proprietà del veicolo.

L’accordo appena firmato prevede quindi che Nissan sviluppi e metta in commercio veicoli elettrici compatibili con il V2G, mentre il Gruppo EDF si occuperà della messa a disposizione di soluzioni di ricarica V2G e dei servizi collegati. Un’intesa che peraltro fa seguito ad una precedente partnership siglata nel Regno Unito che ha visto le due aziende iniziare a collaborare per lo sviluppo di offerte congiunte nelle aree di mobilità elettrica, ricarica smart, riuso delle batterie esauste, stoccaggio di energia e risorse rinnovabili.

L’ecosistema di mobilità elettrica sta diventando una realtà

“Questa nuova partnership con EDF che coinvolge quattro importanti mercati europei – ha dichiarato Francisco Carranza, Managing Director di Nissan Energy in Europa -, è un’altra dimostrazione che la nostra visione di un ecosistema di mobilità elettrica sta diventando realtà. Le aziende sono sempre più consapevoli dei benefici e delle opportunità offerte da veicoli elettrici come Nissan Leaf e il van e-NV200. Aggiungere le soluzioni V2G è il passo successivo per gestire al meglio il consumo di energia e creare nuove opportunità di guadagno”.

“I nostri clienti ci chiedono di aiutarli nel passaggio ai veicoli elettrici e le tecnologie di ricarica smart sono cruciali per questo percorso – ha spiegato Béatrice Bigois, Direttore Area Clienti del Gruppo EDF -. Unendo le nostre competenze a quelle di Nissan siamo in grado di lavorare insieme per rendere il trasporto sostenibile una realtà, per le imprese oggi, e per tutta la società nel prossimo futuro. È grazie a partnership come questa che possiamo offrire ai nostri clienti soluzioni che li spingano a scegliere di investire in veicoli elettrici ed essere consapevoli dei vantaggi economici e ambientali che possono ottenere”.

Marco Ventimiglia
Informazioni su Marco Ventimiglia 26 Articoli
Giornalista ed esperto di tecnologia