Ferramenta 4.0 e sfida digitale aprono Hardware Forum 2018

Protagonista della prima mattina di Hardware Forum 2018, il convegno sul ruolo della distribuzione ferramenta e dei negozi di prossimità nella rivoluzione digitale

Riusciranno i negozi di ferramenta a salvaguardare la propria rilevanza nel tessuto commerciale delle nostre città? Missione difficile ma non impossibile, se si affronta la sfida digitale con i giusti “attrezzi” mentali e professionali, trasformando le minacce del web in stimoli per una moderna concezione di Ferramenta 4.0.

Emblematico, nel complesso divenire del mercato, il tema scelto da Assofermet e dallo staff di KoelnMesse per il convegno inaugurale di Hardware Forum 2018, terza edizione dell’appuntamento di riferimento per la filiera distributiva della ferramenta in programma al MiCo (Milano Congressi) il 19 e il 20 settembre, accompagnato anche quest’anno da Bricoday, manifestazione rivolta al mondo del bricolage.

Thomas Rosolia Hardware Forum 2018Hardware Forum rappresenta oggi una piattaforma capace di abbracciare e di connettere molteplici realtà distributive – esordisce Thomas Rosolia, amministratore delegato di Hardware Forum Italia, accogliendo il pubblico in sala -. Negozi di prossimità, rivendite professionali e industriali, e-commerce e grande distribuzione si ritrovano rappresentanti al meglio in questo evento di incontro, nato per rafforzare l’intero comparto della ferramenta. Al centro del dibattito, l’importanza di “fare squadra” con istituzioni, associazioni e aziende per vincere le nuove sfide mercato 4.0, alla luce dei progetti europei per lo sviluppo dell’agenda urbana e di altre iniziative a favore del negozio di prossimità, passando per il ruolo delle nuove generazioni, imprescindibile motore di innovazione per cogliere le opportunità del mercato”.

Hardware Forum 2018 abbraccia il tema della trasformazione digitale e il suo impatto sui negozi di prossimità

4 step per la trasformazione digitale in Ferramenta 4.0

La mission sinergica più volte sottolineata dall’amministratore delegato di Hardware Forum ha trovato riscontro anche nelle voci dei relatori intervenuti all’Assofermet Forum, incontro annuale della distribuzione ferramenta, avviato dopo il taglio del nastro dalla presidente Sabrina Canese. “Hardware Forum ospita per la prima volta il nostro congresso, proprio nell’anno del settantesimo di Assofermet – commenta la rappresentante dell’organizzazione -. Abbiamo il piacere di accogliere personalità di spicco del mondo politico, associativo e imprenditoriale per approfondire le strategie e i nuovi modelli di business associati all’avvento delle tecnologie digitali”.

Come sfruttare gli incentivi europei e rafforzare i punti vendita? Adeguamento al trend digitale, competitività, nuovo rapporto con il cliente e recupero delle città, contro la desertificazione commerciale, passano secondo Sabrina Canese da 4 step che coinvolgono la filiera della ferramenta e le istituzioni:

  • competenze: cambiare forma mentis per agevolare la diffusione delle tecnologie digitali a ogni livello della propria realtà imprenditoriale;
  • crescita e rete: per battere i competitor non basta aumentare le dimensioni dell’azienda, serve fare rete e instaurare relazioni dinamiche e flessibili;
  • infrastrutture: le sfide digitali richiedono adeguamenti infrastrutturali che vanno dalla logistica ai trasporti, fino al sistema energetico, verso smart community integrate;
  • simmetria normativa: la rivoluzione in atto sul mercato richiede coerenza normativa tra mondo analogico e digitale.

Negozi di prossimità ed e-commerce tra i topic di Hardware Forum 2018

taglio del nastro Hardware Forum 2018Lo spazio fisico del negozio continua a rappresentare un’opportunità di business quando si sfruttano gli strumenti competitivi a disposizione per soddisfare esigenze del cliente, primario centro di interesse per chi possiede una ferramenta. Anche Michele Tacchini, vicepresidente di Assofermet, insiste sull’evoluzione della filiera di prossimità e sugli sviluppi di un presidio territoriale che vanta oggi oltre 40mila punti vendita e un mercato Italia totale pari a 13 miliardi di euro.

“Anche in questo periodo economico non florido per la vendita al dettaglio, complice naturalmente la diffusione di potenti marketplace online, dobbiamo unire le forze per preservare i grandi e piccoli negozi di ferramenta, anche in virtù del loro valore sociale e relazionale di servizio al cittadino. Dopo bonus ristrutturazione, bonus mobili ed ecobonus, ci piacerebbe sentire parlare anche di bonus ferramenta, per incentivare gli acquisti nei punti vendita”, aggiunge il relatore.

Il know-how e l’esperienza sul campo maturati dagli addetti, uniti al contatto umano, diventano quindi la discriminante per sopravvivere all’e-commerce, purché supportati da un proficuo passaggio di competenze ai giovani, che lentamente riscoprono la voglia di portare avanti il negozio di famiglia.

Non poteva mancare, nell’intensa mattinata di Hardware Forum, il punto di vista dei grandi produttori e dei grossisti, notevolmente coinvolti nell’evoluzione multicanale.

Tra i fattori comuni a entrambe, oltre alle difficoltà nell’affrontare le diverse esigenze di ogni canale distributivo, spiccano il maggiore dialogo con i consumatori, agevolato dalle tecnologie digitali, e la conseguente necessità di lavorare sinergicamente con tutti gli attori della distribuzione per assecondare il cliente finale.

Influencer in ferramenta

Vivace intermezzo, tra una tavola rotonda e un dibattito, l’intervento degli youtuber Mr. K e Mattley.it sulla comunicazione di brand e negozi di ferramenta nell’era digitale. Un percorso di trasformazione, nei linguaggi, nei contenuti e nei canali, che nasce dalla consapevolezza che il passaggio generazionale e le tecnologie 4.0 comportano cambiamenti aziendali dal necessario impatto sulle attività di promozione. Accade così, come nel caso di Krino e del suo rappresentante-influencer Mr. K, che una storica azienda brianzola di utensileria da taglio decida di cambiare platea e di lanciarsi nel DIY (Do It Yourself) tramite piattaforme digitali, accompagnata dal “social media maker” Mattley.it.

Un canale Youtube da 50mila iscritti, 13mila follower su Instagram e altri 10mila seguaci su Facebook costituiscono infatti il biglietto da visita di questo imprenditore digitale che ha saputo unire la passione per il video editing al “fai da te”, ottenendo risultati davvero sorprendenti. Dalla collaborazione tra i due giovani nascono contenuti formativi, interessanti e immediati più vicini alle necessità del mondo DIY italiano pronti a generare altrettanto soddisfacenti risvolti economici per l’azienda.

Maria Cecilia Chiappani
Informazioni su Maria Cecilia Chiappani 154 Articoli
Copywriter e redattore per riviste tecniche e portali dedicati a efficienza energetica, elettronica, domotica, illuminazione, integrazione AV, climatizzazione. Specializzata nella comunicazione e nella promozione di eventi legati all'innovazione tecnologica.