Creare edifici digitali connessi e ambienti lavorativi moderni

La partnership tra Cisco, Panduit e Signify è un esempio vincente di integrazione di tecnologie avanzate per plasmare gli edifici digitali flessibili e connessi

edifici digitali

Come creare un ambiente di lavoro smart, orientato al futuro, flessibile ed ecosostenibile? Mettendo a fattor comune tecnologie e know how: questo ciò che hanno proposto Cisco, Panduit e Signify durante l’evento “Digital Building and Connected Lighting”.

La partnership tra Cisco, Panduit e Signify è un esempio vincente di integrazione di tecnologie avanzate per plasmare gli edifici del futuro, per consentire di trarre beneficio da tutto ciò che l’innovazione del settore è in grado di offrire.

Creare, dunque, edifici digitali connessi e ambienti lavorativi moderni, confortevoli e agili è oggi possibile.

I costruttori di impianti di edificio hanno sempre realizzato impianti autonomi e diversi, svincolati dagli altri impianti esistenti, che non erano in grado di comunicare tra loro.
Oggi la connettività e la comunicazione sono la base dei nuovi edifici, l’integrazione tra gli impianti è la chiave delle nuove realizzazioni.

Realizzare edifici digitali (Digital Building) è complesso, ma la tecnologia Power over Ethernet (PoE) viene in aiuto permettendo di ottenere infrastrutture unificate, e di semplificare la manutenzione, la gestione e il backup. Oggi i dispositivi digitali alimentabili con tecnologia PoE sono numerosissimi: sistemi di illuminazione, access point, lettori di badge, telecamere, sistemi di riconoscimento facciale, motori per serrande, sensori di temperatura, chiamate di emergenza, PC touchscreen, e tanto altro ancora.

L’importanza dell’infrastruttura fisica

L’infrastruttura fisica di collegamento è la parte meno visibile, ma è fondamentale per il funzionamento delle innovazioni tecnologiche e applicative. Panduit – che produce i componenti necessari a creare un’infrastruttura in grado di supportare gli sviluppi tecnologici – offre sostegno fisico di edifici attraverso l’Infrastruttura Fisica di Collegamento degli apparati.

Non basta un semplice cablaggio-dati, ma è necessaria un’infrastruttura fisica di collegamento, sicura non invasiva, che supporti alimentazioni anche fino a 90 W, in grado di dissipare il calore generato dal fascio-cavi, immune da archi elettrici sui punti di connessione e che supporti crescenti velocità trasmissive.

Il sistema di illuminazione connessa a supporto dello smart working

convegno edifici digitaliIl sistema di illuminazione connessa realizzato da Signify per Deloitte Digital sfrutta la tecnologia LED e il sistema di luce connessa “POE”, eliminando l’alimentazione elettrica e unendo l’infrastruttura IT di rete con quella di illuminazione.

Questa integrazione si completa con la piattaforma Interact, il nuovo software Signify che consente di raccogliere dati e trasmettere informazioni per una gestione degli spazi, oltre ovviamente a garantire risparmio energetico e ottimizzazione della luce.

L’illuminazione connessa è un’altra sfida vinta dalle LAN-Ethernet che oggi rappresentano il mezzo trasmissivo di riferimento, attraverso il quale alimentare corpi illuminanti (IP-PoE) ad alta efficienza e sensoristica, senza l’ausilio di un impianto elettrico tradizionale, rendendo sempre di più il network al centro dell’evoluzione di edifici e dei loro occupanti, sempre più connessi, digitalizzati ed efficienti” ha sottolineato Gian Piero De Martino, Network Infrastructure Business Unit Manager, Southern Europe di Panduit.

“Il sistema realizzato da Signify dimostra come, attraverso l’illuminazione connessa sia possibile creare ambienti di lavoro a misura di persone, sostenibili e flessibili. – ha aggiunto Roberto Brambilla, Market Leader Italia, Grecia e Israele di Signify – Interagire con l’ambiente di lavoro e sfruttare la tecnologia sono la chiave per una migliore efficienza energetica, ma anche per vivere gli ambienti e lavorare con maggior comfort, creando un’esperienza di livello superiore per i dipendenti.”

La connettività per gli edifici intelligenti

Per garantire la piena funzionalità degli impianti a LED progettati da Signify, Cisco ha introdotto nei nodi di rete, che costituiscono l’infrastruttura attiva di edificio. Le soluzioni UCS di Cisco al contorno garantiscono infine lo sviluppo e l’hosting di applicazioni di analitica, in grado di valorizzare sia gli investimenti fatti, sia le attività dei Facility Manager durante il ciclo di vita dell’edificio.

“Questo progetto è una ulteriore riprova del valore di un approccio convergente. Si tratta di una soluzione in grado di garantire massima produttività, risparmio energetico, riduzione dei costi e aumento del comfort, il tutto in un contesto di maggior sicurezza complessiva per coloro che “vivono” l’edificio stesso e con una modalità che rivoluzionerà la filiera del mondo Real Estate” ha concluso Michele Festuccia, system engineer leader di Cisco.

Avatar
Informazioni su Alessia Varalda 1128 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.