La riqualificazione energetica consapevole fa tappa a Roma

Il progetto europeo Buildheat sta attuando a Roma un intervento di riqualificazione energetica che garantisce risparmi del 70%, portando l’immobile dalla classe G ad A

riqualificazione energetica progetto buildheat

Casa, dolce, casa… non la pensa così il 15,4% della popolazione europea che, stando a una recente indagine Eurostat, vive in abitazioni malconce: tetti che perdono, umidità nei muri, nei pavimenti o nelle fondamenta, serramenti marci.

L’Italia è esemplare quando si parla di patrimonio immobiliare energeticamente scadente: più della metà delle abitazioni frutto di compravendita è in classe G, la più bassa.

Occorre intervenire, non solo con operazioni di ristrutturazione profonda adeguate, ma anche aumentando il grado di consapevolezza e di conoscenza della popolazione sui benefici economici dati da una casa che vanta buoni o ottimi livelli di efficienza energetica.

Riqualificazione energetica, a Roma è attivo Buildheat

Un esempio di intervento concreto e innovativo sia a livello tecnico che informativo si sta concretizzando a Roma, nel quartiere Colli Aniene. Qui sorge un edificio multipiano da 80 appartamenti che fornirà un’ottima base per il progetto europeo Buildheat. L’obiettivo è portare il complesso dalla classe G (150-170 kWh / m2 anno) ad A (20-30 kWh / m2 anno), permettendo il duplice beneficio di aumentare del 15% il valore di mercato e consentendo alle famiglie un risparmio energetico quantificabile del 70-80%.

Questo si traduce, per esempio, considerando un appartamento di 95 metri quadri, che rappresenta la dimensione media dello stabile considerato, che oggi è stimato a 270mila euro di valere 40mila euro in più. Tale valore corrisponde al costo dei lavori necessari all’intervento in retrofit. In più si aggiungono gli 800 euro in meno annui risparmiati in bolletta grazie alla migliore efficienza energetica.

A dar notizia del progetto è l’agenzia media indipendente Youris.com, che fornisce anche le specifiche delle soluzioni comprese nell’intervento alla base del progetto Buildheat. Innanzitutto la posa di una facciata ventilata, l’installazione di pompe di calore per il riscaldamento e il raffrescamento, pannelli fotovoltaici da 70 kWe sul tetto dell’edificio e circa 250 metri quadri di pannelli solari termici sulla facciata sud. L’intervento verrà svolto solo una volta che tutti i condomini accetteranno i lavori.

Benefici garantiti dalla tecnologia e dagli ecobonus

efficienza energeticaLa prima fase del progetto comprenderà la valutazione dei lavori richiesti e la conseguente previsione dell’investimento da effettuare, sottoposto alla approvazione comune dei proprietari. Essi saranno anche messi a conoscenza della possibilità di beneficiare degli ecobonus, ovvero le detrazioni fiscali al 65% per la riqualificazione energetica.

Il progetto UE sosterrà il costo delle tecnologie innovative che contribuiscono alla ristrutturazione. A pagare in anticipo i lavori non saranno i condomini, ma una società edile che recupererà poi l’investimento attraverso la cessione del credito delle detrazioni fiscali dalle famiglie – opzione possibile solo per gli interventi coperti da ecobonus –, provvedendo a saldare l’importo residuo mediante rate mensili ultra decennali.

Il progetto UE BuildHeat: caratteristiche, obiettivi e interventi

BuildHEAT è un consorzio di 18 Partners di 6 Paesi europei, il cui coordinatore è Roberto Fedrizzi di EURAC, centro di ricerca applicata che ha sede a Bolzano.
Intende dar vita a un cambiamento concreto nel settore delle costruzioni, promuovendo opportunità di sviluppo economico e sensibilizzando l’opinione pubblica in materia di energia e ambiente. Lo fa svolgendo interventi di riqualificazione mediante tecnologie efficienti, non invasive ed economicamente convenienti già disponibili sul mercato.

Si tratta di soluzioni funzionali, sistemiche e di facile implementazione, in grado di migliorare gli standard energetici, il comfort e la salubrità, con un costo di investimento inferiore del 50-60% rispetto a nuove costruzioni.

Avviatosi nel 2015, terminerà nel 2019 con interventi in tre strutture abitative plurifamiliari a Roma, a Saragozza (Spagna) e a Salford (Regno Unito), operando complessivamente su più di 120 abitazioni.

Andrea Ballocchi
Informazioni su Andrea Ballocchi 98 Articoli
Giornalista freelance, si occupa da anni di tematiche legate alle energie rinnovabili ed efficienza energetica, edilizia e in generale a tutto quanto è legato al concetto di sostenibilità. Appassionato praticante di ciclismo, è autore del libro “Una vita da gregario” (La Memoria del Mondo editrice, prefazione di Vincenzo Nibali) e di un manuale “manutenzione della bicicletta”, edito da Giunti/Demetra.