EcoIsole: da 4 a 8 cassonetti intelligenti per la raccolta dei RAEE

Esteso il progetto per una raccolta di piccoli rifiuti elettronici e lampadine: le EcoIsole a Milano raddoppiano: Amsa-Gruppo A2A, con Ecolight e il Comune, posiziona quattro nuovi cassonetti intelligenti

EcoIsole raccolta RAEE

Le EcoIsole a Milano raddoppiano: Amsa-Gruppo A2A, con Ecolight (consorzio nazionale per la gestione dei RAEE) e il Comune, potenzia la raccolta dei piccoli rifiuti elettronici e lampadine posizionando quattro nuovi cassonetti intelligenti dove conferire smartphone, tablet, piccoli elettrodomestici, caricabatterie e lampadine a risparmio energetico e neon non più funzionanti.

Già la scorsa estate erano state attivate quattro EcoIsole e in meno di sei mesi infatti, quasi 2.800 utenti hanno utilizzato gli speciali cassonetti automatizzati sviluppati da Ecolight, conferendo oltre 2 tonnellate di piccoli RAEE.

EcoIsole Milano«Una raccolta sempre più selettiva e differenziata di rifiuti – ha dichiarato Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente – non deve complicare la vita ai cittadini che si impegnano a favore dell’ambiente. Per questo lavoriamo con Amsa così diventa facile gettare correttamente i piccoli elettrodomestici e gli strumenti elettronici».

«È un progetto che vuole non solamente incrementare la raccolta dei RAEE in città, ma incentivare la diffusione di una cultura ecologica – ha aggiunto Mauro De Cillis, Direttore Operativo di Amsa, società del Gruppo A2A – La positiva esperienza con le prime quattro EcoIsole ci ha spinto a coprire altre zone».

Amsa – nel 2018 – ha raccolto 3.344 tonnellate di RAEE, il 42% di piccoli elettrodomestici (categoria R4) confermando Milano una delle metropoli europee più virtuose nella raccolta differenziata, con una percentuale del 60%.

«L’EcoIsola è un cassonetto intelligente ed interamente automatizzato che nasce da un progetto europeo con lo scopo di facilitare il corretto conferimento dei rifiuti elettronici, in particolare quelli di piccole dimensioni – ha evidenziato Giancarlo Dezio, direttore generale di Ecolight – Cellulari, telecomandi, tablet non più funzionanti sono i rifiuti elettronici più difficili da intercettare, eppure sono riciclabili fino a oltre il 90% del loro peso. L’EcoIsola di fatto dà ai cittadini una possibilità in più per conferirli in modo corretto».

Per utilizzare l’EcoIsola l’utente deve strisciare nell’apposita fessura la Carta Regionale dei Servizi (tessera sanitaria), selezionare il tipo di rifiuto che intende conferire e inserirlo all’interno dello sportello dedicato. Quando i contenitori interni sono pieni è la stessa macchina ad avvisare gli operatori di Ecolight Servizi per il loro svuotamento.

Per evitare possibili vandalismi le EcoIsole sono dotate di un sistema antintrusione.

Redazione
Informazioni su Redazione 805 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.