Milano: nuove regole per la sostituzione dei sistemi di riscaldamento

Aggiornati i criteri del bando del Comune per accedere ai finanziamenti dedicati alla sostituzione degli impianti di riscaldamento

casa green sostituzione sistemi di riscaldamento

Abbattimento del 45% delle concentrazioni di Pm 10 e NOx, riduzione del CO2 entro il 2030, azzeramento entro il 2050 attraverso la progressiva eliminazione dei combustibili fossili per Milano Carbon neutral: questi gli obiettivi che si è posta la città metropolitana di Milano. Lotta dunque all’inquinamento, la cui causa non deriva solo dalle auto, ma anche da sistemi di riscaldamento obsoleti e caldaie più inquinanti.

Per questo sono state rinnovate e semplificate le linee di indirizzo del bando “Be 2018” per la concessione di finanziamenti a favore di opere di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici privati.

Le principali novità

Raddoppio del contributo economico per chi passa da un impianto di riscaldamento alimentato da carbone fossile a sistemi di teleriscaldamento, pompe di calore o pannello solare Carbon neutral

Promozione interventi di depavimentazione di aree esterne private, per incrementare la superficie filtrante in città, con un contributo specifico alla realizzazione di tetti e pareti verdi nell’ambito del progetto europeo H2020 Clever cities (progetto europeo relativo alla creazione e gestione di soluzioni ambientali, sociali ed economiche per la rigenerazione urbana)

Allargamento della platea dei beneficiari – Oltre agli edifici adibiti a residenza privata, ospedali, cliniche, attività ricreative e sportive; per quanto riguarda tetti e pareti verdi e l’incremento di superficie de-pavimentata si aggiungono gli edifici adibiti a uffici, a patto che venga garantito l’accesso al personale impiegato, e a attività commerciali che garantiscano l’accesso al pubblico delle aree interessate dall’intervento

Riqualificazione energetica con sistemi di riscaldamento efficienti

Oggi è possibile presentare per ogni edificio una singola modifica o più modifiche combinate fra loro relativamente a quattro aree di intervento:

A. L’involucro dell’edificio esistente o parti di esso (installazione di pannelli solari, fotovoltaici o building automation di impianti termici ed elettrici)

B. Interventi sull’impianto termico esistente (sostituzione di generatori di calore alimentati a gasolio con gas naturale o allacciamenti alla rete di teleriscaldamento, sostituzione di generatori a combustibile fossile con pompe di calore o impianti geotermici o pannelli solari)

C. La realizzazione di tetti e o pareti verdi per aree condominiali o edifici adibiti ad uffici, purché sia garantito l’accesso al personale impiegato, ed edifici commerciali purché sia garantito l’accesso al pubblico

D. La depavimentazione di aree esterne private, come i cortili, libere da costruzioni, anche connesse a interventi di manutenzione, risanamento, ristrutturazione o restauro (per esempio nel caso della sostituzione di una caldaia a idrocarburi e l’eliminazione del serbatoio) senza demolizione e ricostruzione.

Il bando avrà durata fino ad esaurimento delle disponibilità economiche messe a disposizione dall’amministrazione a eccezione degli interventi di sostituzione di caldaie a gasolio che devono essere presentati entro il 31 dicembre 2020.

Il bando del Comune è finanziato con oltre 24 milioni di euro. Il contributo è suddiviso:

  • 40% per interventi del tipa A;
  • 53% per interventi del tipo B;
  • 5% per interventi del tipo C;
  • 2% per gli interventi di tipo D

ma i contributi possono sommarsi in caso di interventi combinati fra loro.

Si aggiungono inoltre, a favore della progettazione dei tetti verdi ulteriori 70mila euro (fino a un massimo di 7mila euro per ciascun intervento) garantito dalle risorse di Clever Cities.

Avatar
Informazioni su Alessia Varalda 1274 Articoli
Ingegnere elettrotecnico con esperienza come Project Manager presso un'importante multinazionale attiva nel settore dell'energia e dell'automazione. La curiosità verso le tecnologie innovative e le soluzioni all'avanguardia nel mondo delle energie (tradizionali e rinnovabili) mi ha portata a lavorare per 14 anni presso un importante editore di riviste tecniche di settore scrivendo di home&building automation, illuminazione, comfort, efficienza energetica e sostenibilità.