Etichetta energetica: opportunità per la filiera

etichetta energetica - Idrolab

crea l'etichetta energeticaLe nuove regole dettate dall’Europa introducono l’obbligo di produrre una etichetta energetica di sistema per gli insiemi di prodotti e componenti di impianto, assemblati e commercializzati. Promosso da Angaisa, in occasione di MCE 2016, l’incontro EtichettaturaEnergetica.net ha fatto il punto sul tema dell’etichettatura energetica e sui diversi oneri a carico di produttori, distributori e installatori. Sono intervenuti: Enrico Celin, vicepresidente e coordinatore Innotech Angaisa; Gabriele Di Prenda, Assotermica; Massimo Minguzzi, IdroLAB srl. 


Quadro normativo consolidato 

etichetta energeticaL’entrata in vigore, lo scorso 26 Settembre, delle disposizioni dettate dai Regolamenti Europei 811/812 (ErP e Ecodesign) relativi all’etichettatura energetica dei prodotti per riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria, ha disposto anche l’obbligo di produrre etichette energetiche di sistema, per gli insiemi di prodotti e componenti di impianto, assemblati e commercializzati da rivenditori o installatori. “Il quadro normativo, è consolidato, non soggetto a proroghe o a deroghe e l’apparato sanzionatorio è altrettanto definito.

Alla luce delle importanti novità che tali documenti legislativi introducono nel settore del comfort termico, è importante che tutte le figure coinvolte – produttori, progettisti, distributori, installatori –  siano a conoscenza dei principali contenuti e assimilino al più presto le necessarie competenze affinché possano cogliere sfide e opportunità. Si tratta – ribadisce Di Prenda – di attori soggetti a nuove responsabilità e sanzioni in caso di mancata comunicazione della classe energetica e delle reali prestazioni degli apparecchi”.  

Verso nuove sinergie

L’Associazione nazionale commercianti articoli idrosanitari, climatizzazione, pavimenti, rivestimenti ed arredobagno, ha ritenuto importante offrire alle aziende distributrici del settore ITS il nuovo servizio etichettaturaenergetica.net, realizzato dal partner tecnologico IdroLAB, per consentire ai commercianti di semplificare e automatizzare tutti i principali processi legati alla produzione dell’etichetta energetica di sistema. “L’iniziativa – precisa Celin – è stata realizzata soprattutto per permettere a distributori e produttori del settore di creare una importante sinergia, in grado di dare una risposta efficace ed efficiente alle nuove richieste del mercato”.

Etichetta energetica di sistema automatizzata

etichetta energetica - IdrolabIl servizio, illustrato da Massimo Minguzzi, prevede la possibilità, per il distributore (e per i clienti installatori da lui accreditati), di configurare i sistemi utilizzando anche i dispositivi profilati presenti nella banca dati di settore Eureca2008  e di realizzare l’etichetta energetica di sistema in maniera veloce, semplice, automatizzata.

In questo modo sarà anche possibile avvalersi di dati statistici concernenti le tipologie dei sistemi più utilizzati.

Il servizio, aperto a tutta la distribuzione, è fruibile gratuitamente per gli associati Angaisa nel limite delle 100 utenze per ogni ragione sociale.  I professionisti (installatori, idraulici, termotecnici, progettisti … ) potranno fruire del servizio richiedendolo direttamente ai Distributori abilitati.

“Per consentire di produrre automaticamente l’etichetta di sistema e avere a portata di mano la necessaria documentazione tecnica, i produttori possono pubblicare in etichettaturaenergetica.net, i parametri tecnici e la documentazione dei prodotti utili al servizio, permettendo in questo modo l’automazione del processo di configurazione del sistema. Solo i produttori partner di IdroLAB potranno caratterizzare i prodotti con parametri e documentazione”.


Autore: Maruska Scotuzzi per ElettricoMagazine

Redazione
Informazioni su Redazione 538 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.