Fotovoltaico e accumulo elettrico

convegno ViessmannUn mercato, quello dell’accumulo elettrico integrato in sistemi fotovoltaici e cogenerativi che vedrà nei prossimi anni una decisa accelerazione: uno studio condotto da IHS Technology stima – per l’abbinamento dell’accumulo elettrico ai sistemi fotovoltaici – un aumento dei volumi a 900 MW nel 2018 rispetto ai 90 nel 2014. 
Si tratta di previsioni particolarmente attendibili per Paesi con una insolazione elevata come l’Italia. 

La ricerca di soluzioni che privilegino l’autoconsumo fa parte di un processo di generale ammodernamento delle reti elettriche ai nuovi modelli di consumo e al crescente fabbisogno energetico. 

I sistemi di accumulo contribuiranno, inoltre, a rendere le reti più affidabili: in tal senso si stanno attuando politiche, da parte dei Paesi occidentali, a favore dei sistemi di storage attraverso incentivi e facilitazioni. L’ostacolo che fino a qualche anno fa frenava l’espansione di questo mercato era rappresentato dai costi elevati. Tuttavia, la presenza, oggi, di nuovi player internazionali e l’avanzare delle tecnologie stanno contribuendo ad abbassarne i prezzi e i sistemi di accumulo si configurano come un punto di collegamento fra più prodotti e quindi fra diverse tecnologie. 

accumulo elettrico

Contesto regolatorio sull'accumulo elettrico

Il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) ha pubblicato una versione aggiornata delle regole tecniche per l’integrazione di sistemi di accumulo di energia elettrica al sistema elettrico nazionale. 

La nuova versione contiene precisazioni sulle configurazioni ammissibili per l’installazione dei sistemi di accumulo intesi come ‘un insieme di dispositivi, apparecchiature e logiche di gestione e controllo, funzionale ad assorbire e rilasciare energia elettrica, previsto per funzionare in maniera continuativa in parallelo con la rete con obbligo di connessione di terzi o in grado di comportare un’alterazione dei profili di scambio con la rete elettrica (immissione e/o prelievo). Il sistema di accumulo elettrico può essere integrato o meno con un impianto di produzione (se presente)’. 

Le regole sono basate sulla delibera 574-2014/R/eel dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI), pubblicata nel novembre 2014, che definisce le modalità di integrazione dei sistemi di accumulo al sistema elettrico. La delibera definisce, tra le altre cose, le condizioni per l’installazione di sistemi di accumulo combinati a impianti fotovoltaici in regime di Conto Energia e Scambio sul posto.

Soluzioni di prodotto e sviluppo di sistemi

In occasione del convegno annuale Viessmann, Direttiva Res, quota rinnovabili ed etichettatura energetica, che si è svolto durante Mostra Convegno Expocomfort è stato illustrato il sistema di accumulo Vitocharge che offre il vantaggio di una gestione ottimale, grazie a un unico dispositivo integrato che controlla diverse fonti energetiche e assicura una elevata flessibilità di utilizzo. accumulo elettrico

Nel corso dell’incontro è stata, inoltre, presentata Digital Energy Solutions, recente joint venture con il Gruppo BMW, il cui obiettivo è lo sviluppo di sistemi, processi ottimizzati per la produzione energetica e la e-mobility (mobilità elettrica) all’interno delle abitazioni familiari e dei parcheggi delle attività commerciali o industriali. Utilizzando l’accumulo dell’auto come ulteriore storage che dialoga con la gestione energetica dell’edificio si arriverà a una maggiore indipendenza energetica anche per la mobilità.

Autore: Maruska Scotuzzi per ElettricoMagazine

Redazione
Informazioni su Redazione 541 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.