ITS: evolvere per sfruttare le opportunità delle nuove tecnologie

IoT big Data cloud

IoT big Data cloudCloud, IoT e Big Data sono termini che sempre più stanno uscendo dalla nicchia del mondo dell’Information Technology per diffondersi in ogni ambito lavorativo, modificando le modalità con cui le persone interagiscono con i propri colleghi, clienti, fornitori, ma anche con i prodotti stessi: diventa, quindi, indispensabile evolvere per sfruttare le opportunità delle nuove tecnologie.

Un rapido e continuo cambiamento che comincia a coinvolgere anche un mercato per sua natura statico e fermo nelle sue convinzioni come quello della termoidraulica e dei suoi operatori.

L’interconnessione degli oggetti continua la sua rivoluzionaria diffusione, offrendo dati, i cosiddetti Big Data, che possono essere sfruttati per ricavare importanti informazioni per arrivare ad offrire servizi migliori. I prodotti sono ormai intelligenti e in grado di comunicare tra di loro in real time e in maniera precisa e puntuale. Si avvera il sogno di avere caldaie intelligenti in grado di poter comunicare direttamente al centro di assistenza eventuali guasti nel momento stesso in cui si verificano.

Paride Besazza AdaClimaNon fantascienza, ma realtà, come spiega Paride Besazza, Direttore Commerciale di ADAclima. «Grazie alle nuove tecnologie, con queste innovative soluzioni possiamo essere in grado di realizzare servizi e prodotti che rispondano sempre di più alle crescenti esigenze dei consumatori. Il mondo della termoidraulica sta rispondendo rapidamente a queste necessità. Caldaie intelligenti, connessione e controllo tramite dispositivi mobili, ad esempio, per quello che riguarda gli utenti finali. Esecuzione e chiusura dell’intervento, programmazione e richiesta delle manutenzioni tramite tablet per i centri di assistenza tecnica. Queste le innovazioni che stanno permeando sempre di più il nostro settore».

Una realtà che impatta con la quotidianità: 500 miliardi di dispositivi connessi nel 2030 e una quota di mercato dell’IoT che raggiungerà, in Italia, l’1,1% del PIL sempre nel 2030, sono numeri che testimoniano perfettamente l’importanza di questa rivoluzione.

Logo ADAclima«Gli utenti finali sono alla ricerca della massima ottimizzazione del tempo e per loro abbiamo realizzato l’applicazione ADAclima App che consente, senza la perdita di decine di minuti al telefono, di richiedere un intervento straordinario o una manutenzione programmata semplicemente dalla sedia dell’ufficio», prosegue Besazza. «I centri di assistenza sono alla ricerca di digitalizzare gli adempimenti burocratici, di rispondere agli interventi e svolgerli rapidamente e di conservare in sicurezza i propri documenti. La soluzione ADAclima permette loro di ottenere un’ottimizzazione del tempo e un risparmio che, in media, può raggiungere gli 8.000 euro annui. Un dato non trascurabile a nostro avviso».

Informazioni su Redazione 443 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.