Tecnologie, applicazioni e servizi per i sistemi di telecontrollo e automazione

telecontrollo

telecontrolloAnche per la 14a edizione del Forum Telecontrollo, che si terrà a Milano presso l’HangarBicocca il 29 e 30 settembre 2015, il programma dei Convegni è ampio e molto diversificato nei contenuti, con una struttura generale che prevede tre macro aree: Reti, Industria e Città, che poi si declinano in sotto temi quali Acqua, Energia e ICT.

Nelle 67 memorie che verranno presentate, il tema più discusso sarà naturalmente quello delle Reti, alla luce del fatto che le soluzioni di Telecontrollo nascono principalmente come applicazioni per le reti di Pubblica Utilità.

In questo contesto i vari temi verranno affrontati in maniera molto approfondita, a partire dalla generazione distribuita dell’energia elettrica, che coinvolge anche i segmenti della trasmissione, della distribuzione ed, in particolare, dell’integrazione delle fonti rinnovabili.

Molte testimonianze riguarderanno, poi, il complesso dei servizi idrici collegati con l’uso umano della risorsa idrica, mentre non mancheranno, nella città dell’Expo, che ha come tema principe il cibo, i riferimenti alle soluzioni per l’agricoltura, in particolare per quanto riguarda i sistemi di telecontrollo per la distribuzione irrigua.

Diverse anche le proposte particolari per l’Industria, sia a livello di supervisione d’impianto, sia in termini di applicazioni per la cyber security, altro argomento molto dibattuto in un’era dove la quantità di dati cresce in maniera enorme e dove questi diventano sempre più sensibili e strategici e, quindi, da proteggere.

Terza macro area sarà quella della Città, ambito in cui si potranno seguire esperienze legate sia alla mobilità, sia all’automazione degli edifici e degli ambienti domestici, senza trascurare la protezione dell’ambiente, l’efficienza energetica, l’Industria 4.0.

Tra i protagonisti della manifestazione ci saranno quest’anno anche i giovani che parteciperanno al Forum Telecontrollo attraverso il progetto “Milano 2030”, l’iniziativa nata dal filosofo Franco Bolelli e dall’architetto Stefano Boeri che ha chiamato a raccolta un migliaio di studenti fra i 15 e i 25 anni – oggi liceali e universitari, ma nel 2030 probabile classe dirigente della città – per ascoltare da loro proposte e le loro visioni della città del futuro. Sarà, quindi, interessante valutare, in occasione del Convegno, se i desiderata dei ragazzi trovano già riscontro nelle innovazioni tecnologiche delle aziende o quanto, viceversa, la tecnologia possa essere influenzata da sogni e richieste dei cittadini del domani.

I ragazzi, inoltre, attribuiranno una speciale sezione dell’ANIE Automazione Award proprio alla memoria che riterranno più prossima alla loro visione del futuro e della smart community.

Maurizio Gambini
Informazioni su Maurizio Gambini 267 Articoli
Ingegnere elettronico, giornalista pubblicista che da molti anni lavora nel settore della comunicazione tecnica.