KNX, la building automation che ottimizza il risparmio energetico

calcolatrice
centro commercialeLa carenza delle risorse e i cambiamenti climatici impongono che le ristrutturazioni e la costruzione di nuovi edifici puntino all’efficienza energetica. Architettura sostenibile e progettazione integrata sono le basi per l’edilizia green. Ovviamente è necessario costruire edifici isolati, utilizzare soluzioni e materiali che permettono di salvaguardare l’ambiente, senza dimenticare che gli impianti elettrici e quelli termotecnici devono garantire adeguati livelli di efficienza energetica.
Il consumo di energia per illuminazione, riscaldamento e raffrescamento dipendono sia dall’utilizzo dell’edificio sia dal comportamento degli utenti.
 
Per determinare il livello di consumo energetico ovviamente non si possono usare metodi tradizionali, sono necessari sistemi di gestione e controllo in grado di ottimizzare l’utilizzo delle risorse e dell’energia in base alla reale operatività.
 

Lo standard KNX

KNX è uno standard mondiale, aperto, conforme alle principali normative europee ed internazionali, che consente la gestione automatizzata e decentralizzata degli impianti tecnologici di un’ampia tipologia di strutture, dagli edifici commerciali alle industrie, compresi uffici, locali pubblici, scuole e persino abitazioni.
KNX può essere utilizzato in tutte le possibili applicazioni e funzioni per il controllo delle abitazioni e degli edifici: dall’illuminazione al controllo delle serrande, dalla sicurezza al monitoraggio del riscaldamento, dell’aerazione e dell’aria condizionata al controllo idrico e degli allarmi, senza dimenticare la gestione energetica, dei contatori di energia elettrica e degli elettrodomestici, degli impianti audio ecc.
Un ulteriore vantaggio di KNX è che può essere utilizzato sia negli edifici nuovi sia in quelli preesistenti. Inoltre, gli impianti possono essere facilmente ampliati e adattati secondo nuove esigenze, in poco tempo e con investimenti finanziari minimi.
 
KNX è uno standard mondiale, aperto, conforme alle principali normative europee ed internazionali
 
Attraverso KNX, la Building Automation offre quindi i migliori prerequisiti per ottenere un significativo risparmio energetico, assicurando un uso economico di energia e aumentando, di conseguenza, l’efficienza energetica dell’edificio:
  • i dispositivi bus regolano e controllano la capacità di riscaldamento e condizionamento, in linea con la domanda;
  • l’impianto di illuminazione viene controllato più efficacemente tramite sensori e orologi programmabili;
  • il sistema di automazione integrato copre tutti i settori e permette di interfacciarsi con i sistemi di controllo luce, di protezione solare, di ventilazione e con gli altri sistemi potenzialmente interessati dal risparmio energetico.
Una raccolta intelligente di dati sul consumo (Smart Metering), così come l’accoppiamento con le reti intelligenti (Smart Grid) apre nuove possibilità per una ulteriore ottimizzazione e aumento dell’efficienza energetica degli edifici, sia oggi, sia nel futuro.
 

Risultati immediati e risparmi consistenti

Da quando la tecnologia dei sistemi per l’edificio si è resa disponibile all’integrazione con gli impianti elettrici, le funzioni del sistema KNX garantiscono risparmi sui costi energetici relativi all’illuminazione artificiale, al riscaldamento e condizionamento, ai sistemi di ventilazione, così come ad altre applicazioni.calcolatrice
Grazie agli ulteriori sviluppi del protocollo, presente sul mercato da più di 20 anni, i sistemi di controllo ad anello chiuso e aperto sono stati perfezionati e sono stati raggiunti risultati sempre più performanti.
Oggi i risparmi energetici che si possono conseguire nella pratica, rispetto a un’installazione basata su metodi tradizionali, sono superiori al 60% per l’illuminazione e fino al 50% per il controllo singolo di zona, come hanno testimoniato diverse realizzazioni.
Nei casi di ristrutturazione, nei quali l’edificio è stato migliorato per quanto riguarda la sua efficienza energetica e dove l’impiantistica è stata modernizzata, la tecnologia dedicata al controllo contribuisce a guadagnare efficienza energetica almeno dal 5 al 20%.
Come spesso accade in pratica, se l’ottimizzazione del consumo energetico è stata considerata solo qualche volta dall’occupazione iniziale dell’edificio e dopo l’esperienza derivata dal suo reale utilizzo quotidiano, i risultati ottenuti sono più che convincenti.
 

Rapido ammortamento dei costi

I risparmi energetici possono superare il 60% per l’illuminazione.
I costi di investimento richiesti per l’ottimizzazione della domanda di energia sono considerevolmente bassi rispetto ai risultati ottenuti, con un ammortamento delle spese che può essere raggiunto in breve tempo. Questo grazie all’approccio integrato e al molteplice uso del sistema.
 
 
La building automation attraverso l’impiego di KNX offre diversi tipi di vantaggi, oltre alla gestione del risparmio energetico: un’installazione elettrica flessibile ai cambiamenti e alle estensioni, una maggiore efficienza nell’operatività e manutenzione dell’edificio, un aumento della sicurezza per i beni materiali e le persone e, non ultimo, un alto livello di comfort e benessere nei luoghi di permanenza, sia negli edifici pubblici, sia in quelli residenziali.
I costi d’investimento totali sono, dunque, distribuiti su una molteplicità di benefici.
Una volta che l’installazione e le varie funzioni sono state integrate, ulteriori riduzioni del consumo energetico possono essere ottenute semplicemente attraverso la programmazione, senza la necessità di aggiungere altri dispositivi all’impianto.
 

Spegnimento e regolazione dell’illuminazione

Risparmiare energia significa anche spegnere le luci quando non servono. Se questo può sembrare banale, in realtà non lo è affatto, soprattutto nei grandi edifici dove c’è un grande numero di persone che vanno e vengono. Nei palazzi uffici, nelle scuole, nelle fabbriche, magazzini, hotel, parcheggi e in molti altri edifici, l’illuminazione artificiale viene lasciata accesa per molte ragioni.
ambiente domesticoNel caso si automatizzi un edificio con KNX, i periodi di accensione e spegnimento possono essere adattati alla reale necessità d’illuminazione di ogni ambiente con l’aiuto di orologi programmatori.
Questa semplice misura consente un elevato risparmio, che può essere ulteriormente ottimizzato in funzione dell’utilizzo dei locali e della tipologia di edificio, ad esempio attraverso lo spegnimento automatico quando il livello di luminosità esterna è sufficiente.
Un ulteriore miglioramento fornito dall’automazione è il controllo costante della luminosità, che garantisce un valore di lux confortevole nel luogo di lavoro, ottimizzando l’uso della luce naturale diurna.
I sistemi di controllo basati sulla presenza e, dunque, sulla reale esigenza d’illuminazione nelle varie zone sono ormai molto diffusi, ideali per scale, corridoi o altre aree comuni o di passaggio dell’edificio. Le luci con i sensori di presenza possono essere utilizzate con un notevole aumento dell’efficienza energetica, diventando così elementi importanti nell’automazione dei locali, soprattutto se il loro funzionamento viene integrato con il controllo degli avvolgibili, della temperatura e della ventilazione, offrendo in tal modo una molteplicità di benefici.
 

Regolare climatizzatori e condizionatori

Il controllo elettronico individuale della temperatura di un locale promette un chiaro risparmio potenziale. È, quindi, il metodo più efficiente di utilizzo dell’energia per il riscaldamento e il raffrescamento.
L’uso dell’energia basata sulla reale domanda può essere realizzato tramite dei timer programmabili con un profilo di temperatura impostato dall’utente o anche tramite un segnale di presenza nel locale.
 
L’energia per il riscaldamento e il condizionamento può essere gestita secondo la richiesta
 
Dal momento in cui le temperature di tutti i locali sono disponibili centralmente tramite il sistema KNX, l’energia per il riscaldamento e il condizionamento può essere gestita secondo la richiesta e con un altro livello di efficienza.
Nei moderni edifici costruiti con le pareti in vetro, un sistema completamente automatico di protezione dei raggi solari diventa, poi, indispensabile. L’obiettivo primario è, in tal caso, controllare l’ombreggiamento e il raffrescamento per assicurare il benessere delle persone nella struttura. Se queste funzioni sono controllate con KNX, possono essere integrate con altre addizionali per migliorare l’efficienza energetica, come il controllo della temperatura e della luce.
 

Consumi energetici sotto controllo

L’interazione tra tutte le applicazioni in una stanza e nell’edificio offerta dall’automazione contiene un alto potenziale di ottimizzazione: l’interconnessione delle varie funzioni attraverso un sistema gestionale permette di controllare l’edificio e l’energia necessaria al suo utilizzo.
Il monitoraggio di temperatura, livelli di luminosità ecc. permette alle soluzioni basate su KNX di gestire in modo ottimale gli ambienti, mentre ulteriori sistemi tecnologici per il controllo dell’edificio possono essere integrati con apposite interfacce.interruttore
KNX è in grado di generare una considerevole mole di dati e di archiviarla per un successivo utilizzo: conoscendo le abitudini delle persone che vivono un ambiente, ad esempio, sarà possibile ottimizzare ulteriormente i consumi energetici per migliorare ancora le capacità del sistema.
Tutte le funzioni possono poi essere controllate e monitorate centralmente tramite una console centrale: un malfunzionamento sugli impianti può essere riportato dal sistema e un consumo energetico eccessivo causato da un guasto può essere velocemente identificato e riparato.
Redazione
Informazioni su Redazione 473 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.