SPS Drives: Schneider Electric punta sull’innovazione

stand Schneider Electric

stand Schneider ElectricPer accompagnare l’industria italiana verso un futuro ricco di connettività e intelligenza, rispondendo all’evoluzione in atto nel settore, Schneider Electric ha strutturato la propria partecipazione a SPS IPC Drives puntando sull’innovazione.

Come spiega Massimo Merli, Vice Presidente della business unit Industry di Schneider Electric: «L’integrazione di tecnologie digitali e operative è una realtà ineludibile e il catalizzatore di tutte le opportunità che questa transizione offre, oggi e nel prossimo futuro, è l’Industrial Internet of Things: un’evoluzione che può portare nuova competitività alle imprese, trasformandole in sistemi intelligenti, sempre più efficienti, flessibili e adattabili al mutare degli scenari di mercato. Con la nostra presenza a SPS vogliamo dimostrare ancora una volta la nostra capacità di offrire risposte “end to end” alla filiera dell’automazione».

Un percorso d’innovazione a tutti i livelli che si articola su quattro elementi: prodotti connessi; controllo locale; Cloud; una piattaforma software per la raccolta dati e la loro elaborazione per l’ottimizzazione di tutti gli aspetti chiave del business: dall’efficienza energetica alla produzione, all’affidabilità dei processi e molto altro ancora.

Elementi che si potranno “toccare con mano” grazie alla demo wall Schneider Electric allestita nella nuova area Know How 4.0 della manifestazione.

stand Schneider Electric Sps drivesPer supportare le aziende che vogliono avviare un percorso verso la “produzione intelligente”, molte le novità delle gamme di componenti e dei sistemi che trovano spazio in fiera, a partire dall’evoluzione dell’architettura per il packaging PacDrive 3, arricchita di nuove funzionalità di connettività e sicurezza. Nuovi anche i controller LMC Pro2, che consentono di gestire fino a 130 servo assi, e la funzionalità C2C (Controller to Controller), che utilizza la comunicazione Sercos per creare una completa trasparenza Ethernet e consentire una comunicazione real time e deterministica su tutta la linea produttiva, connettendo un controllore master con fino a 20 slave.

Al servizio della sicurezza, i nuovi servo drive Lexium 62 e i moduli safety per i servo motori integrati Lexium 62 ILM, che integrano la comunicazione di sicurezza in quella standard attraverso il protocollo Sercos.

Un pacchetto di novità quelle presentate a Parma che include anche le evoluzioni di prodotti quali il Modicon M580, il primo e-PAC con backplane ethernet nativamente integrato, la serie di inverter service oriented Altivar Process, la nuova gamma di PC industriali Magelis iPC e la linea di sensori OsiSense a marchio Telemecanique.

A completamento dell’offerta di prodotti, infine, la presentazione dei piani di servizio Advantage, caratterizzati da un’offerta specifica e totalmente personalizzabile per la manutenzione preventiva, predittiva e correttiva.

Redazione
Informazioni su Redazione 473 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.