L’innovazione degli interruttori magnetotermici

ABB interuttori magnetotermici

ABB interuttori magnetotermiciProseguendo nel proprio percorso d’innovazione, ABB propone, come evoluzione e completamento degli interruttori magnetotermici della propria gamma System pro M compact S200, i nuovi apparecchi S200 da 80 A e 100 A dalle dimensioni compatte – un solo modulo (17,5 mm) per polo – particolarmente indicati per agevolare la realizzazione di quadri per HVAC, GenSEt, distribuzione terminale e gestione di pompe.

Progettati per impiego in corrente sia alternata, sia continua, gli interruttori magnetotermici SU 200 M raggiungono nuovi livelli di affidabilità, efficienza e sicurezza per proteggere gli impianti elettrici dal sovraccarico e dal cortocircuito in molte applicazioni residenziali, terziarie e industriali, a tutto beneficio di installatori e utenti.

Caratteristiche principali dei nuovi interruttori magnetotermici

Soluzione ottimale per la protezione delle linee con tensioni fino a 480Y/277 Vca e 96 Vcc, sono realizzati in conformità alle normative mondiali UL489, CSA 22.2 n.5 e IEC 60947-2, potendo essere così utilizzati su macchine e in quadri di automazione destinati al mercato di tutto il mondo.

L’accurata progettazione della nuova generazione di interruttori magnetotermici, di cui fanno parte gli S200 da 80-100A e gli SU 200 M, offre diversi vantaggi: per semplificare l’installazione, ad esempio, sono stati adottati morsetti cilindrici bidirezionali brevettati da ABB, caratterizzati da due sedi distinte per cavi e barrette di collegamento, che consentono una maggiore flessibilità nel cablaggio e assicurano una migliore connessione, sia nel caso di conduttori di tipo rigido, sia in quello di cavi flessibili, con o senza puntali.

Segnalazioni chiare e univoche dello stato operativo dell’interruttore (aperto/chiuso), ottenute tramite indicatori meccanici solidali con i contatti mobili e indipendenti dalla leva di manovra (verde=aperto, rosso=chiuso), permettono la rapida identificazione del reale stato dell’interruttore.

Questo garantisce la massima sicurezza negli interventi di manutenzione, che sono agevolati anche dalla marcatura indelebile e dalla perfetta visibilità sia dei dati di targa, sia delle certificazioni ottenute dagli apparecchi.

Un contributo alla sostenibilità ambientale viene, infine, dall’uso di materiali termoplastici privi di alogeni e facili da riciclare, mentre la completa compatibilità con l’ampia serie di accessori, unificati e standardizzati, per tutta la gamma System pro M compact, offre ulteriori vantaggi, che spaziano dalla semplificazione della progettazione e installazione all’ottimizzazione del magazzino.

 

Maurizio Gambini
Informazioni su Maurizio Gambini 267 Articoli
Ingegnere elettronico, giornalista pubblicista che da molti anni lavora nel settore della comunicazione tecnica.