I nuovi blocchi PTFIX riducono ingombri e tempi di cablaggio

La distribuzione di potenziale si fa veloce e compatta: Phoenix Contact risponde con PTFIX, la prima gamma di blocchi di ripartizione pronti all’uso basati sulla tecnologia di connessione Push-in - Articolo di Claudio Basilico

PTfix Phoenix Contact

Quando si tratta di realizzare un progetto, la tendenza a richiedere tempi brevi di realizzazione e il massimo contenimento dei costi è diffusa in ormai tutto il panorama industriale, indipendentemente dai settori e dalle applicazioni di riferimento. Per poter raggiungere questo obiettivo, produttori ed integratori devono prestare estrema cura ad ogni aspetto progettuale, incluso l’allestimento dei quadri elettrici e di comando, che deve non solo rispettare i requisiti di installazione dei singoli dispositivi e assicurare facilità di cablaggio e manutenzione, ma anche permettere un allestimento rapido e compatto. Phoenix Contact risponde a questa esigenza con PTFIX, la prima gamma di blocchi di ripartizione pronti all’uso basati sulla tecnologia di connessione Push-in.

Fino ad oggi, le soluzioni di distribuzione del potenziale adottate sul mercato si basavano essenzialmente sull’impiego di più morsetti ponticellati tra loro fino a raggiungere il numero di poli desiderato. Distribuire il potenziale risultava quindi un’attività piuttosto farraginosa in tutte le sue fasi – a partire dall’ordine, che doveva comprendere numerosi codici prodotto, fino alla realizzazione ed al cablaggio.

Grazie a PTFIX è oggi possibile disporre di una soluzione pronta all’uso con numero di poli variabile e diverse varianti di montaggio e colore.

I blocchi PTFIX offrono 6, 12 o 18 punti di connessione già ponticellati internamente e compresi in un unico dispositivo, immediatamente utilizzabili e ampliabili a piacere.

Veloce ed intuitivo

PTfixI blocchi sono disponibili in varianti da 1,5 mm² e 2,5 mm², quest’ultima anche in versione dotata di punto di connessione aggiuntivo da 6 mm². Le 11 diverse colorazioni disponibili favoriscono l’abbinamento visivo dei conduttori con i relativi i punti di connessione, per un’installazione intuitiva e sicura.

Ma è soprattutto il ricorso alla tecnologia di connessione Push-in a fare la differenza in termini di rapidità e praticità di utilizzo, consentendo l’inserimento semplice e veloce di cavi rigidi o flessibili dotati di puntalino senza necessità di ricorrere ad attrezzi specifici, anche in caso di conduttori da 0,14 mm2. Per scollegare i cavi o per collegare conduttori semirigidi senza puntalini, è sufficiente utilizzare il pulsante di azionamento.

L’impiego della tecnologia Push-in, insieme al pre-ponticellamento interno, permettono a PTFIX di offrire un risparmio dell’80% sui tempi di messa in opera e cablaggio.

PTFIX: applicabile ovunque

PTFIX si presta a diversi tipi di montaggio, per rispondere a tutte le possibili esigenze di installazione in interno quadro: sono dunque disponibili versioni per montaggio su guida DIN, direttamente nell’applicazione o tramite supporto adesivo.

I blocchi destinati all’installazione su guide DIN sono disponibili nella versione per guide standard da 35 mm o per guide standard da 15 mm, ideali per essere utilizzati all’interno di piccole scatole di giunzione. La disponibilità di una variante trasversale favorisce un’elevata densità di cablaggio e un risparmio fino al 50% di spazio rispetto ad una soluzione con morsetti passanti standard.

PTFIX è disponibile anche nella versione autoadesiva, per una pratica e veloce installazione su superfici piane: grazie al potente adesivo posto alla base del morsetto, il fissaggio non richiederà alcun utensile o preparazione della superficie d’appoggio. I blocchi base possono infine essere liberamente confezionati con vari adattatori o flange idonee per il bloccaggio a vite in qualsivoglia posizione sul pannello, a seconda del tipo di montaggio desiderato.

Compatibilità con Clipline complete

Essendo parte del programma Clipline Complete, i ripartitori PTFIX assicurano la perfetta compatibilità con gli altri dispositivi del programma stesso. Clipline complete offre infatti un’unica serie di accessori standardizzati utilizzabili con tutti i sistemi di connessione, per una vasta serie di funzioni.

Questo fa sì che i blocchi di distribuzione possano essere assemblati ed estesi, controllati e siglati singolarmente, oltre che essere ulteriormente ponticellati con ponticelli a due poli o con ponticelli di riduzione, ad esempio per permettere il collegamento di morsetti con sezioni nominali diverse.

PTFIX può venir inoltre testato mediante il foro di test da 2,3 mm sito su ogni blocchetto.

Certificazioni industriali e civili

Grazie all’ampia serie di certificazioni a cui sono sottoposti, i blocchi di ripartizione del potenziale PTFIX possono trovare applicazione in tutte le applicazioni industriali standard. Risultano inoltre idonei all’impiego in ambito civile, ai sensi della norma IEC 60998-2-2 “Connessione di dispositivi a bassa tensione per usi domestici e similari”.

Autore: Claudio Basilico per ElettricoMagazine

Redazione
Informazioni su Redazione 691 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.