SoloMio: la smart home come piace agli italiani

Quanto ci piacerebbe controllare tutti gli impianti di casa, in poche mosse, dal nostro smartphone? Un desiderio che diventa realtà grazie a SoloMio, il sistema di automazione su misura

SoloMio Smart home

Sicurezza, benessere, efficienza energetica e risparmio in bolletta: pensieri ricorrenti nella mente degli italiani, nonché driver di percorsi tecnologici e culturali verso il concetto di smart home, che fa dell’integrazione di impianti e dispositivi in applicazioni di gestione intelligenti il fulcro della casa connessa. Un riscontro tangibile di questo insieme di tendenze e opportunità, che i professionisti dell’edilizia non possono più ignorare, viene dal +35% registrato dalla filiera italiana dell’automazione domestica nel 2017, che corrisponde a 250 milioni di euro spalmati su soluzioni di controllo per impianti di sicurezza, riscaldamento/raffrescamento, illuminazione ed elettrodomestici smart.

Tuttavia, il recente studio sulla smart home dell’Osservatorio Internet of Things del Politecnico di Milano non mostra un quadro del tutto “rose e fiori”. Se infatti gli italiani sono pronti a sperimentare la comodità di controllare gli impianti domestici via app, il mercato è altrettanto in grado di fornire soluzioni complete, che realmente semplifichino la quotidianità delle persone?

Ivan Mariani, fondatore di SoloMio ci spiega come sia possibile integrare in un unico e intuitivo sistema di smart automation tutte le complessità impiantistiche e tecnologiche di una casa realizzata “su misura” di chi la vive.

Secondo l’Osservatorio del Politecnico di Milano, tra le “barriere” allo sviluppo della casa connessa restano le difficoltà nell’integrare efficacemente i numerosi brand installati. SoloMio sembra arrivare al momento giusto…

ivan mariani fondatore SoloMioDirei proprio di sì, l’installazione dei prodotti e la loro integrazione da parte di realtà consolidate e capaci di offrire ulteriori servizi di valore al cliente rappresentano le chiavi di volta per lo sviluppo della smart automation. Mi soffermo in particolare sul servizio di installazione, fondamentale in un mercato come quello italiano in cui l’utente medio si trova spesso ad acquistare oggetti connessi senza poterli utilizzare, anche quando sono proposti come autoinstallanti.

All’ancora troppo confuso concetto di DIY (Do it Yourself), SoloMio contrappone le competenze associate a prodotti di qualità e a un servizio di installazione affidabile, sia che si tratti di sistemi cablati, preferibili in termini di efficienza e manutenzione, sia nel caso di connessioni in wireless, ampiamente supportate dalla soluzione.

SoloMio diventa così un “concentratore” smart di tecnologie concepito per soddisfare i desideri del cliente, tenendo conto delle esigenze architettoniche e impiantistiche del contesto applicativo.

Una proposta di automazione sartoriale, un “pezzo” unico e irripetibile che non amo definire domotica, termine che rischia di spaventare un certo tipo di utenza ancora scottata da vissuti di mancato dialogo tra tecnologie e di scarso supporto da parte dei professionisti del settore.

Esistono limiti al numero e alla tipologia di impianti che si possono connettere alla vostra proposta di smart automation?

SoloMio non si pone limiti tecnologici, garantisce un sistema aperto e scalabile nel tempo, interfacciabile con i principali protocolli di comunicazione: dai più tradizionali come KNX e Modbus a quelli proprietari del settore elettrico e del comfort, fino alla sicurezza con ONVIF e altri standard.

Le più comuni applicazioni controllabili tramite l’app di SoloMio sono assistenza alla persona, climatizzazione/riscaldamento, gestione di elettrodomestici, scenari, tapparelle e tende, illuminazione, monitoraggio dei consumi energetici, monitoraggio di fumi, allagamenti, incendi, sicurezza e salubrità dell’aria. E non escludiamo nuove integrazioni se il cliente lo desidera.

Finora abbiamo considerato solo gli spazi interni, con SoloMio si può anche uscire dall’abitazione?

Certamente, ci è già capitato per esempio di integrare l’impianto fotovoltaico, per automatizzare la gestione dei carichi implementando efficienza energetica e risparmi in bolletta.

Inoltre, i tecnici di SoloMio stanno testando i principali sistemi di accumulo oggi sul mercato, al fine di selezionare i migliori prodotti da associare al sistema. La flessibilità di SoloMio potrebbe consentire anche l’integrazione di rinnovabili diverse dal fotovoltaico e di sistemi di ricarica per la mobilità elettrica. Manteniamo aperta la finestra su futuro, ma prima di selezionare e installare una qualsiasi tecnologia è per noi fondamentale conoscerla e provarla, per garantirne la massima operatività nell’integrazione targata SoloMio.

SoloMio vanta un livello di personalizzazione che sposa soprattutto le esigenze degli architetti. Qual è il valore aggiunto di affidarsi a un partner tecnologico nella realizzazione dei propri progetti?

SoloMIo CUCINALa garanzia di una tecnologia senza limiti, realizzata da professionisti in grado di coordinare in fase progettuale come sul campo tutto l’iter che trasforma l’edificio in smart home. A cominciare dalla valutazione insieme all’architetto delle esigenze del cliente, perché solo entrando in sintonia con entrambi si riescono a creare soluzioni innovative, in grado di coniugare i desideri del committente, le necessità dell’architetto e le migliori tecnologie sul mercato.

Risulta poi altrettanto cruciale la definizione delle soluzioni da adottare, interpretando al meglio il livello di know-how digitale del cliente, da condividere con il progettista affinché si vada a proporre la tecnologia più “nelle corde” di chi la andrà a utilizzare. Spesso infatti si commettono errori proponendo prodotti o troppo semplici o troppo sofisticati, SoloMio ritaglia a ciascuno il proprio abito su misura.

Il processo avviato dal nostro staff prevede poi la presentazione del piano lavori, la loro esecuzione materiale e la configurazione dell’impianto, altro momento dove nulla deve essere lasciato al caso. Seguono infine collaudo e consegna al cliente, il tutto in un clima di proficua collaborazione con gli altri professionisti che si interfacciano nelle varie fasi della realizzazione di SoloMio.

Una complessità tecnologica che potrebbe spaventare il cliente finale. Come spiegherebbe invece loro i vantaggi dell’utilizzo, tramite smartphone, di questo pacchetto “smart home in mano”?

La nostra esperienza ultra decennale ci ha insegnato che l’home automation è possibile solo quando si riescono a soddisfare pienamente le esigenze del cliente, nel rispetto delle sue competenze tecnologiche e tramite una filiera completamente interna, senza subappalti.

Affidarsi a SoloMio significa avere un unico interlocutore: consulenza, progettazione, installazione e assistenza sul sistema, anche real-time, sono i plus di un consulente tecnologico che affiancando l’architetto accompagna il cliente nella realizzazione di un progetto che davvero si possa definire solo suo!

Redazione
Informazioni su Redazione 719 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.