UPS con batterie agli ioni di litio: quali i vantaggi?

In un mondo sempre più digitale dove è indispensabile l’affidabilità, la continuità di servizio, gli UPS con batterie agli ioni di litio giocano un ruolo fondamentale nella riduzione dei rischi

UPS con batterie agli ioni di litio Schneider

Con la crescita di aziende che adottano strategie informatiche distribuite e la diffusione di tecnologie digitali, diventa basilare valutare i potenziali rischi in caso di guasto delle apparecchiature e valutare le strategie necessarie per mitigare i rischi.

La tecnologia distribuita supporta applicazioni IoT (Internet of Things), alimentando la necessità di soluzioni edge computing. Ciò implica l’installazione di dispositivi di elaborazione e di rete in numerose posizioni oltre che nei Data Center tradizionali: filiali e uffici domestici, punti vendita, stabilimenti produttivi e perfino siti all’aperto come impianti eolici e solari, solo per citare alcuni esempi.

Questa infrastruttura è critica soprattutto a causa dell’incremento della flessibilità e di un utilizzo ottimale dei dati in tempo reale: il guasto di un componente può causare interruzioni o anomalie dell’alimentazione.

In questi casi gli UPS sono indispensabili per alimentare i dispositivi quando l’alimentazione di rete è instabile o si interrompe.
Per decenni gli UPS hanno utilizzato batterie al piombo-acido con regolazione tramite valvole (VRLA), dette anche batterie piombo-acido sigillate. Oggi si punta su batterie agli ioni di litio che risultano migliori sotto molti aspetti.

Dove utilizzare gli UPS con batterie agli ioni di litio?

Per gli starter, le batterie agli ioni di litio hanno un peso di circa il 30% inferiore alle batterie VRLA e sono più compatte: caratteristica importante per una maggiore autonomia, grazie alla possibilità di immagazzinare una quantità di energia identica o anche superiore in uno spazio minore. Le batterie agli ioni di litio, inoltre, sono in grado di resistere meglio alle variazioni della temperatura e sono adatte anche in zone in cui la temperatura è alta.

Le possibilità di utilizzo degli UPS con batterie agli ioni di litio sono quasi infinite, ad esempio:

  • punti vendita al dettaglio e sistemi di back-office dove sono indispensabili il funzionamento ad esempio della cassa o il sistema di verifica della carta di credito. Un UPS può eliminare gli errori dovuti a problemi di energia di rete, inclusi cali o picchi di tensione e interruzioni dell’alimentazione.
  • Bancomat, anche in questo caso si limitano i disservizi poiché gli UPS possono protegger da interruzioni dell’alimentazione dovuti a guasti o anomalie della rete elettrica.
  • prodotti integrati – i sensori possono funzionare all’interno di qualunque oggetto inviando informazioni preziose, purché ci sia corrente.

Anche se le applicazioni ad elevato valore come le apparecchiature per le diagnosi mediche e i controllori dei processi degli stabilimenti di produzione sono già protetti dagli UPS, gli ioni di litio possono estendere la protezione a macchinari semplici come i distributori automatici.

Le batterie agli ioni di litio consentono di risolvere sia problemi di spazio e ubicazione grazie alle dimensioni più compatte, sia la necessità di accesso facilitato e presenza di personale qualificato poiché richiedono poca manutenzione. In alcuni casi, inoltre, la batteria agli ioni di litio durerà quanto l’UPS, eliminando totalmente la necessità di interventi manutentivi.

Non tutte le batterie agli ioni di litio sono uguali: per garantire adeguata sicurezza è necessario che l’UPS sia dotato di una batteria agli ioni di litio conforme ai requisiti UL (UL 1973) con un’elevata protezione contro tensioni e temperature eccessive. Un sistema di gestione delle batterie dedicato è utile per monitorare e controllare continuamente il flusso di energia nelle batterie.

Redazione
Informazioni su Redazione 730 Articoli
La redazione di ElettricoMagazine è composta da esperti di settore e technical writers che approfondiscono i temi legati all'integrazione impiantistica e connessa, l'energia, il comfort e la sostenibilità.